Ristoranti_stallati_Piemonte

La Filosofia del Ristorante

Piemontese e Provenzale, dalla collina alla montagna e dal mare alla campagna, la “Cucina di Confine” dello Chef Marc Lanteri, prende ispirazione dalle sue origini e da un’infanzia trascorsa nel piccolo paese di Tenda, poco oltre il confine con la Francia, dove è nato e cresciuto acquisendo la sua prima impronta. Tenda è situato in un territorio montagnoso, storicamente Italiano, con un forte legame al vicino mar mediterraneo, il paese passò poi alla Francia nel 1947 in seguito alla seconda guerra mondiale.

L’estro creativo dello Chef Lanteri nasce dall’intuizione e dall’istinto del momento. Quanto appreso viene reinterpretato partendo originariamente dalla tradizione e con l’utilizzo di materie prime del territorio, nel pieno rispetto delle sue stagioni. Il suo stile è unico e inconfondibile, capace di esaltanti riletture della tipicità, caratterizzate dalle sue personalissime ed estrose innovazioni.

L’equilibrio dei suoi piatti costituisce un risultato sorprendente, che rievoca l’emozione di un gusto legato al ricordo di un tempo, reso unico e moderno dalla mano dello Chef, piatti tipici e memorabili come il vitello tonnato, la battuta al coltello, la tradizione della pasta all’uovo, fino alle esaltanti pietanze a base di tartufo bianco d’Alba.

LA SCELTA DELLE MATERIE PRIME

Lo Chef ricerca nella qualità delle sue materie prime, anche la tipicità culturale e soprattutto la territorialità dei prodotti che utilizza all’interno della sua cucina, affinchè il loro impatto sull’ambiente sia il più basso possibile, ma soprattutto affinchè ogni cosa possa arrivare in tavola con la fragranza e la freschezza di un frutto appena raccolto in piena maturazione e nella sua naturale stagionalità.